donne-che-si-leccano-i-piedi

Dai un'occhiata a Chi Piace questo Articolo!

  • avatar
  • avatar
  • avatar

Ragazze che si leccano i piedi | Tra paure e vergogna

Sarò sincera con voi, come lo sono sempre stata, a volte quando penso di far  parte di quel piccolo ma grande gruppo di ragazze che si leccano i piedi, mi sento un tantino in imbarazzo, non perché la cosa mi fa schifo, assolutamente no, ci mancherebbe, ma semplicemente perché io il feticismo lo vivo nella sua totalità ed in tanti a volte fraintendono o puntano il dito ingiustamente.

Ho avuto per qualche mese uno schiavo lecca piedi, come quasi tutte le donne che si avvicinano a questo mondo; mi è piaciuto tantissimo, ma poi sono arrivata ad un certo punto della mia vita in cui ho capito che non ha senso focalizzarsi su di un unico obiettivo, quindi ho aperto gli occhi e provato a fare esperienze differenti. Il mio ex mi diceva sempre che non c’era cosa più divina del leccare i piedi sporchi la mattina ed io sorridevo, ogni volta che lui pronunciava questa frase, con quella sua aria buffa e gli occhioni spalancati a volermi ogni volta rubare un sorriso.

Lui era un feticista totale, ma a storia ormai finita, lungo il mio cammino trovai un’amica di vecchia data, con la quale iniziai ad andare in palestra e che sistematicamente, ogni volta faceva complimenti sui miei piedi.


Si chiamava Maria, uso il passato non perché è morta, ma perché dopo uno screzio le nostre strade si separarono, devo però ammettere che fu l’unica con la quale, per la prima volta, mi sono sentita pronta ad approcciare con un’altra donna.

Non sono lesbica e nemmeno bisex, ma da quel giorno, in cui lei iniziò ad annusare i miei piedi profumati, per poi leccarli con avidità, non ci ho capito più molto; le nostre erano vere e proprie sessioni ed a giudicare dalla foga con cui li adorava, penso proprio che la cosa le piacesse e non poco. Per mesi sono stata al gioco, se così possiamo dire, fino a quando, un bel giorno decisi di fermare la cosa e di passare al dialogo, insomma volevo capire cosa la spingeva a quel gesto e visto che si parlava fin troppo poco, pretendevo quasi che si aprisse.

La sua confessione fu imbarazzante, ma anche tanto utile, per la prima volta ho compreso quanta paura abbiano le ragazze che si leccano i piedi tra loro, delle vere e proprie mosche bianche, donne rare e preziose, che purtroppo, il più delle volte si nascondono da giudizi e dall’essere prese quasi di mira da altre coetanee.

Nel suo caso specifico e parliamo di una ragazza di 20 anni all’epoca, il problema più grande è stato quello di bullismo, da parte di donne, ma anche di uomini, considerata quasi come se fosse una persona anormale, con una strana malattia, con problemi di testa e che andava dunque umiliata ed emarginata. Con me si sentiva al sicuro, perché io non l’ho mai giudicata, anzi, per me è sempre stata quasi come una sorella, anche per merito di questo rapporto profondo, ma in realtà lei era sola, tutte le sue amiche si erano ormai allontanate, proprio per paura di essere a loro volta etichettate e danneggiate in un certo senso.


Ragazze che si leccano i piedi | Intervistiamo Paola


ragazze-che-si-leccano-i-piedi


Per entrare ancor più nell’argomento abbiamo deciso tempo fa di intervistare una ragazza di nome Paola, una grande ammiratrice del nostro gruppo, che via email ha risposto a qualche nostra domanda, proviamo quindi a capire cosa le passa per la testa.

Ciao come ti chiami?

Il mio nome è Paola ciao !


Quanti anni hai adesso?

Adesso ne ho 24, appena compiuti.


Bene Paola cosa vuoi segnalarci di preciso?

Ingiustizie, solo grandi ingiustizie nei miei confronti e per le mie passioni legate al sesso.


Puoi essere più precisa? Ti va di raccontarci la tua storia?

Certo, io sono nata ed ho vissuto per anni in un piccolo paesino della Puglia, a dire il vero l’ho sempre amato, perché spaventata dall’idea di vivere in una metropoli, insomma io lì avevo tutto, la famiglia, tantissimi amici e poi i miei nonni che mi hanno sempre sostenuta in tutto. Non voglio dilungarmi troppo, ma sono feticista anch’io non sono però una mistress e sono molto attratta dalle donne, ma questa cosa, a parte un po’ di stupore da parte dei miei conoscenti non mi ha mai creato alcun problema e ci mancherebbe, mica uccido qualcuno! I veri problemi nascono quando iniziai a leccare i piedi di mia cugina, in un rapporto a tre, con il suo ragazzo che era un maniaco di queste perversioni se così possiamo chiamarle. I primi tempi era tutto così divertente, mi piaceva da morire, ma io mi limitavo solo a farmeli leccare ed a scambiare le stesse effusioni con mia cugina, non andavo mai oltre, restavo vestita e di rapporti sessuali non ne volevo proprio sapere. Dopo i miei ripetuti no, il suo ragazzo iniziò a prendersela ed a minacciarmi di dire in giro che io ero una ragazza squallida e lo fece, mi etichettò in tutti i modi possibili ed in meno di un mese restai sola, distrutta. E’ assurdo, avevo solo seguito il mio cuore, io e mia cugina non eravamo certo le uniche ragazze che si leccano i piedi in tutto il mondo, capisco che sia una rarità, ma non c’è nulla di male, eppure non solo lei non mi difese, ma persi la faccia con tutti, persino con i miei genitori ed i miei nonni, persone fondamentali nella mia vita, alle quali giunsero voci discriminanti e completamente sbagliate.

Sono passati alcuni anni, sono dovuta andar via di casa, mi trovo in Germania e pian piano sto per rinascere, ma la mia famiglia mi manca, davvero tanto.


E’ una storia toccante la tua, ti siamo vicini ….. accetti che venga pubblicata?

Si lo accetto, ho piena fiducia in voi.


Il Feticismo è davvero tutto così sbagliato come in tanti pensano?


NOI DICIAMO DI NO ! POSSIAMO CONOSCERE IL TUO PENSIERO A RIGUARDO ?


Le donne che si leccano i piedi sono incredibilmente rare e quelle poche in circolazione, spesso restano completamente nell’anonimato, perché vittime in esperienze passate, di ingiustizie, eppure ad oggi rappresentano uno dei motivi di più grande eccitazione per un feticista, lo sappiamo fin troppo bene. Voi maschietti ne andate matti e spesso si viaggia con l’immaginazione fino a toccare le stelle, ma esistono chiaramente anche risvolti negativi, proprio come quello capitato a Paola; tu cosa ne pensi a riguardo? Il tuo parere per noi è interessante, quindi se ti va commenta il nostro articolo e condividilo cliccando qui a sinistra sul tuo social preferito, ti aspettiamo!


Entra a far parte di Feticismo.org, il primo social italiano, dedicato totalmente al Feticismo!



iscriviti-social-feticismo-feticista


  • Che voto daresti a questo articolo? 
    Ragazze che si leccano i piedi | Tra paure e vergogna
    4.8 (95%) 4 votes

 


35 Commenti:

  1. Spritz87

    31/10/2016 in 9:08 pm

    Da Spritz87
    Ciao Marina, ho letto con molta attenzione questo articolo ma, consentimi di partire dall’intervista.
    La storia di Paola mi ha davvero commosso, sul serio. Comprendo perfettamente il forte senso di disagio e di “morte sociale” che pervade una persona, (con dei gusti, a mio avviso, rispettabilissimi) che vive in una piccola realtà. Tu, come ben sai, vivo in una realtà un pò più grande della sua ma ho vissuto e sto vivendo, come Paola, un momento di “emarginazione” e di abbandono, non dovuto però alla mia passione per i piedi. Io vivo al sud, sono meridionale tuttavia devo muovere una critica nei confronti del Sud Italia. In certi contesti del sud, soprattutto nei piccoli centri, vivere le proprie passioni, senza paura di essere giudicati, è estremamente complicato e non lo dico solo per esperienza ma parlano, purtroppo, i fatti di cronaca. Vedesi la drammatica fine di quella ragazza dell’hinterland napoletano costretta al suicidio perchè abbandonata dalla giustizia e dalla società, “colpevole” di aver girato un goliardico filmino hard. certo, la storia di Paola non è così estrema ma il suo coraggio di mostrare le proprie passioni con persone “amiche” o parenti, l’ha “condannata” all’abbandono e all’ostracismo da parte della società. Se posso permettermi, la storia di Paola mi ricorda per brevi linee la storia di Malena, che, ricordate, era una bella donna siciliana (interpretata da Monica Bellucci) che, causa la sua bellezza, è stata dapprima accusata di avere avuto rapporti sessuali con diversi uomini, e poi è stata ostracizzata dal suo paesino. Ecco, in queste due-tre storie, colgo un’unica analogia molto molto triste. IALCUNE REALTA’ DEL MERIDIONE (soprattutto piccoli centri) sono ancora pervase da preconcetti, pregiudizi che colpiscono alcune persone che sono costrette a evadere proprio per non subire violenze psicologiche. E poi dico un’altra cosa sempre da meridionale: in realtà piccole-medio piccole (come la mia) non potrai mai confidare ad amici le passioni per il feticismo, perchè “gli infami” fanno circolare le voci e tu sei fregato. E’ un pò quello che succede a me: paura di scoprirsi per non essere massacrato (anche sui social). Io ammiro Paola perchè ha avuto il coraggio di “mostrarsi”, di essere se stessa davanti a persona che invece, l’hanno vilmente tradita e ferita al cuore, costringendola ad andare via.
    Certe volte, vivere in contesti più grandi può davvero salvarti la vita!
    SScusa se mi sono dilungato ma tu, come sempre, offri degli argomenti di discussione molto interessanti e puntuali, che meritano riflessioni approfondite.

    l

    • Marina

      01/11/2016 in 11:40 am

      Ciao caro e grazie per aver espresso il tuo punto di vista,
      devo dire che la penso esattamente come te, spesso vivere in una grande realtà aiuta tantissimo. Quando i ragazzi dello staff mi hanno girato l’intervista di Paola ci sono rimasta davvero male, perché so con certezza che non è certo la prima ragazza a trovarsi in condizioni simili, ma la cosa più vergognosa al di la del modo stupido di pensare di alcune persone, secondo me, è stato il comportamento della cugina!

      Spero un giorno di conoscerla e scambiarci 4 chiacchiere in piena libertà, dev’essere stata dura per lei!

      • Spritz87

        01/11/2016 in 11:45 pm

      • alessia

        11/11/2016 in 9:40 am

        Cara Marina ma che tristezza leggere queste cose. Sono sempre più convinta che noi donne saremo sempre penalizzate nell’essere veramente noi stesse. Parlo da donna etero ma amante dei giochi anche bisex e i condizionamenti sono davvero molteplici. Nello specifico non ho mai avuto un’esperienza cosi ma questo puntare il dito infangare una donna fa semplicemente schifo. Un bacio

        • Marina

          11/11/2016 in 5:32 pm

          Si Alessia, trovo che comportamenti del genere siano davvero da punire,
          ci si fa tanto i grandi, permettendosi di giudicare, ma tu che ti permetti simili comportamenti chi ti credi di essere? E’ questa la domanda che rivolgo spesso a persone di questo genere, il problema è che le ragazze in questione a mio avviso peccano solo di una cosa, fragilità interiore e tanta, tantissima sensibilità, elementi che ti portano inevitabilmente a fidarti di tutti ed a pagarne le conseguenze.

          Mi auguro che il loro carattere diventi più forte nel tempo, lo spero davvero,
          perché ci sono passata anch’io, ma ho saputo reagire, forse non come avrei voluto, non con la stessa durezza che userei oggi,
          ma ho imparato a mie spese che non bisogna mai abbassare la testa, altrimenti si rischia di precipitare. Baci Ale

    • xxx

      10/08/2017 in 9:05 pm

      ciao Marina, ho letto anche io la storia di Paola e anche, il giudizio di Spritz87, diciamo che la stessa critica che viene fatta nei confronti di Paola ha lo stesso significato sul fatto se una persona si dichiara di essere omossessuale . purtroppo lo so, viviamo in un mondo di coglioni che come dico sempre io anziché avere la materia grigia e bianca nel cranio hanno invece la m…. ( scusa la volgarita’). xhe proprio a sto mondo non c’e rispetto x gli altri essere umani.

      sicuro di ricevere un vs. riscontro..
      vi saluto

      • Marina

        11/08/2017 in 6:36 am

        Ciao xxx essendo un articolo scritto da me tempo fa mi permetto di risponderti io, hai centrato in pieno il discorso, viviamo in un mondo dove il rispetto molto spesso o è un optional o una parola totalmente sconosciuta. Essere additati o giudicati non significa essere sbagliati, ma che l’altra persona ha seriamente un problema, riscontrabile forse dal suo passato, ma comunque non è nemmeno una scusante!

        Bisogna fregarsene, la cosa brutta è quando le persone che noi reputiamo care si allontanano perché considerano i nostri comportamenti sbagliati, come se stessimo uccidendo qualcuno, ma in realtà sono loro che uccidono lentamente una parte del nostro cuore, bisogna solo essere forti e convincersi che prima o poi le persone mature si renderanno conto dei loro errori, poi starà a noi perdonarli o meno.

        • xxx

          13/08/2017 in 2:21 pm

          hai proprio ragione Marina, bisogna fregarsene dei giudizi altrui, anche se e’ difficile…
          anche io mi interfaccio in rete dei miei gusti feticisti con un amico , vedo xro’ che c’e rispetto da entrambe le parti…

          posso chiederti da quanto tempo e come ti sei avvicinata al mondo del feticismo?

          • Marina

            13/08/2017 in 2:53 pm

            Assolutamente bisogna fregarsene altrimenti non si vive bene, ci si fa un problema su ogni cosa, dalle più grandi a quelle più banali. Ma io ormai sono un paio di anni o forse più, inizialmente non sapevo nemmeno cosa fosse il Feticismo ed anche il fatto che il mio ex era così preso dai miei piedi mi imbarazzava, anzi a volte infastidiva. Non so cosa sia successo di preciso, ma da quando mi sono lasciata con lui ho iniziato a sentire la mancanza di determinate attenzioni verso i miei piedi, poi da li ho scoperto un mondo nuovo ed ho iniziato a viverlo sul serio.

        • xxx

          13/08/2017 in 3:17 pm

          ahhh ,,, mi spiace che sia finita la storia fra voi due.
          quindi lui , se ho capito bene provava attrazione anche o solo verso i tuoi piedi ?
          da li forse e’ partito il primo impulso x il mondo nuovo….
          non sarebbe possibile magari ricongiungersi in qualche modo?

        • xxx

          28/08/2017 in 9:14 pm

          Ciao Marina….ma ora tu hai trovato un partnet che condivida le tue stesse ideologie feticiste?

        • xxx

          04/09/2017 in 9:31 pm

          Ciao Marina….ma ora tu hai trovato un partnet che condivida le tue stesse ideologie feticiste?

          • Marina

            07/09/2017 in 12:23 pm

            Un partner vero e proprio non lo cerco per il momento, ma qui ho trovato alcune persone interessanti, non è detto che non mi capiti di intensificare i rapporti, perché mi chiedi questo?

    • Gabri

      10/09/2017 in 5:11 pm

      Ciao Marina,io mi chiamo Gabri,sono un duomo di 43 anni e ho sempre avuto la passione per i piedi delle Giovani donne,quando vedo passarmi davanti una Ragazza con Bei Piedi e Scarpe Col Tacco mi creano una certa eccitazione e mi verrebbe voglia di gettarmi proprio ai piedi di quest’ultima ed adorarli.Questo mi era successo con la mia ex ragazza che dal primo momento a lei non Piaceva molto,ma Poi si lasciava andare e me li Dava ogni volta.
      Purtroppo la nostra storia e’finita e ora mi ritrovò da Solo con una sempre più forte attrazione verso il feticismo,pero non posso parlarne con nessuno perche verrei preso per Pazzo o altro.Come posso fare per aver incontri per appagare queste mie voglie.Io Purtroppo vivo in un Luogo dove la gente e’ancora molto chiusa di mentalità verso queste cose,e difatti devo vivere nel timore,e quindi devo tenermi queste cose chiuse dentro di me.

      • Marina

        11/09/2017 in 7:49 am

        Gabri voi mi fate morire, io sono una semplice utente che ha avuto il piacere di scrivere qualche articolo per questo sito, niente di più, niente di meno e come te ho di questi problemi, ma devo dire che da quando sono iscritta a questo sito ho conosciuto diverse persone interessanti. Te lo consiglio, sicuramente potrai trovare ragazze con cui parlare (Me inclusa) e perché no, anche incontrarvi dal vivo.

        Io sono iscritta, per cui quando ti iscrivi batti un colpo! 🙂

      • xxx

        12/09/2017 in 8:41 pm

        ciao Gabri, sono xxx,, capisco bene quello che provi, il non poter esternare quello che si prova. beh ma tu parlane con noi liberamente……

  2. Paolo

    19/01/2017 in 7:34 pm

    Leggendo questa storia mi sono passati per la mente diversi flash, come per dire, ma una donna perché deve subire tutto questo, cosa ha fatto di male per meritarsi una simile umiliazione ? il feticismo se fatto con criterio è’ una cosa bellissima, e penso sopratutto che tra donne questo sia un gesto molto bello in realtà perché vuol dire che c’è un forte legame .
    Detto ciò chi crea danni deve essere punito .. Penso che cmq sia stata la cugina a causare il tutto, tu marina che dici ?

    • Marina

      21/01/2017 in 8:51 am

      Che dire Paolo, secondo me si, inutile negare che ci ho pensato tantissime volte, sono eventi che poi difficilmente cancelli, perché ti spingono a riflettere su certe oscenità!

      • xxx

        08/09/2017 in 9:05 pm

        era semplicemente una domanda,

        • Marina

          09/09/2017 in 6:53 am

          Tranquillo, anch’io sono una curiosona.

          • xxx

            09/09/2017 in 9:36 pm

            beh.. si in effetti pure io. ahahah.

            comunque come ci si scriveva nei dialoghi precedenti, e’ difficile esternare le proprie inclinazioni o gusti sentimentali, bisogna avere le spalle grosse.

            pensa che dove lavoro io, c’e una collega alla quale io ho sempre provato una attrazione verso i suoi piedi, in estate: magri, bianchi, senza smalto.
            i piedi di una persona non so xhe’ hanno sempre un xke’, un fascino …….
            tu come a pensi Marina?

        • Marina

          11/09/2017 in 7:46 am

          Sicuramente c’è bisogno di coraggio lo dico soprattutto per chi vive magari al sud, poi riguardo i piedi io sono sempre stata dell’idea che basta guardarli per iniziare a conoscere una persona, il suo stile di vita, se è una persona curata o meno, se è una persona distratta o meno e così via.

          • xxx

            12/09/2017 in 8:13 pm

            di sicuro Marina , come dici i piedi esprimono lo stato di una persona…. certo capisco anche io quello che prova Gabri, non potendo esternare la propria adorazione, visto che come ti scrivevo ho una collega giovane a lavoro x la quale, i suoi piedi vedendoli mi estasiano….

  3. Daniele

    30/10/2017 in 10:36 pm

    Ciao ragazzi, io amo i piedi femminili. Qualcuno mi può dare dei consigli o aiutare?

    • Team Feticismo

      01/11/2017 in 10:14 am

      Ciao Daniele

      Beh allora sei capitato proprio sulla piattaforma giusta,
      puoi sia conoscere persone interessanti come te
      che studiare nuove cose attraverso i nostri articoli.

      Approfittane e ti aspettiamo nella nostra famiglia!

      Lo Staff

  4. davide

    10/11/2017 in 12:46 am

    marina di dove sei?

  5. Pietro

    07/12/2017 in 3:47 pm

    Ciao Marina anche io sono un feticista però sto trovando qualche ragazza che mi la faccia annusare per bene potresti agliutarmi

  6. davide

    07/01/2018 in 2:53 am

    non avevo visto la tua risposta… scusa marina. Sono di firenze…. ma incontrarsi per una sessione fetish che ne pensi?

  7. davide

    07/01/2018 in 2:54 am

    non avevo visto la tua risposta… scusa marina. Sono di firenze…. ma incontrarsi per una sessione fetish che ne pensi? ti lascio la mia mail rispondimi li… grazie
    [email protected]

  8. Giovan battista

    18/03/2018 in 7:19 pm

    Marina indossi le calze color carne rispondi

  9. Marina

    16/07/2018 in 12:21 pm

    Giovan Battista, ovviamente si

Lascia un Commento


Accedi al tuo account Crea nuovo profilo

Your privacy is important to us and we will never rent or sell your information.

 
×
CREA ACCOUNT Hai già un account?

 
×
Hai dimenticato la tua Password?
×

Salite